Linee guida


LINEE GUIDA PER LO SCREENING DEI PAZIENTI TROMBOFILICI


TROMBOSI ARTERIOSA

Nonostante le piastrine giochino un ruolo importante nella formazione del trombo arterioso, il valore predittivo dei test di aggregazione piastrinica in vitro nella trombosi arteriosa è praticamente inesistente (19) ed è quindi inutile eseguire test di aggregazione piastrinica in soggetti trombofilici. Al contrario studi prospettici eseguiti negli ultimi anni hanno documentato il valore predittivo dell'iperfibrinogenemia e dell'aumento del Fattore VII nella cardiopatia ischemica conferendo una precisa rilevanza epidemiologica al concetto di "ipercoagulabilità" (20). Pertanto, i dosaggi di questi due fattori dovrebbero essere inclusi nei profili di valutazione del rischio trombotico arterioso. Per quanto riguarda i loro metodi di misura, gli studi, soprattutto quelli per il fibrinogeno, hanno usato metodi assai diversi fra loro. Questo, se da una parte dà maggiore rilevanza al concetto della iperfibrinogenemia come fattore di rischio, visto che tutti gli studi seppur con metodi diversi ne hanno confermato la predittività, dall'altro ha creato qualche confusione sulla scelta dei metodi e sui livelli di allarme. L'opinione corrente è che il metodo più idoneo sia il metodo funzionale che esplora la coagulabilità del fibrinogeno nel plasma, mentre per i livelli di allarme si può dire che essi sono ancora nel range classico di normalità e che aumenti anche di poche diecine di mg/dL spostano il rischio in maniera considerevole.
La misura del fattore VII, negli studi dove è stata presa in considerazione è stata eseguita con metodi coagulatori tradizionali. La possibilità che la misura antigenica possa fornire le stesse informazioni è ancora dibattuta, come pure la possibilità che la misura della sua forma attivata possa essere un indice più idoneo di ipercoagulabilità plasmatica. A questo riguardo, bisogna anche aggiungere che studi ulteriori sono in corso per valutare la predittività di altri marcatori di ipercoagulabilità quali quella del frammento 1+2 della protrombina (F 1+2).

Web Made in Italy
© 2017, Diagnostic Center snc - P.IVA: 02402880724
Jcom Italia - Web Comunicazione Marketing